11
Set

Facebook vs Google (Il sorpasso)

Mi sono rimesso al lavoro da circa una settimana, dopo un mese di agosto molto particolare e intenso. Un mese che ricorderò per una serie di piacevoli novità. Il tutto molto difficile da riassumere in poche righe di post: ad ogni modo, una serie di avvenimenti mi hanno ricordato Haruki Murakami e il suo splendido “L’uccello che girava le viti del mondo“. Perché? Perché ci sono momenti in cui senti che il clic delle viti del mondo è scattato, e il tempo ha fatto un passo in avanti. E, a quel punto, l’importante è esserne coscienti e capire il cambiamento cui sei esposto (sensazione, quella del cambiamento e della novità, della sfida se vogliamo, che adoro..)

Ma a proposito di svolte, ecco la notizia che aspettavo da tempo: l’ho ripresa da TgCom ma le fonti in Rete si sprecano, data la sua portata:

“Negli Stati Uniti Facebook batte Google. Secondo uno studio di marketing Comscore gli internauti hanno trascorso ad agosto più tempo su Facebook che sui siti di Google. I dati mostrano che più del 10% dei minuti trascorsi sul web sono dedicati al social network con 41,1 milioni di minuti di consultazione. Google ha invece totalizzato 39,8 milioni di minuti con l’insieme di tutti i suoi siti (motore di ricerca, messagerie, YouTube, Google news, ecc).”

Il Web si fa sempre più sociale, verrebbe da dire. Ma in realtà il Web, in quanto tale, è già oggetto profondamente sociale: contenuto + riflessione sul contenuto + interazione.
Resta da capire quali evoluzioni seguirà un Web che, sempre di più, predilige la socialità all’organizzazione delle informazioni, e quindi le reti sociali ai motori di ricerca, la comunicazione alle informazioni. L’opinione al dato.

Commenti (Facebook)

Piero Babudro
Consulente per la comunicazione digitale e il Content marketing. Scrivo e aiuto i miei clienti a progettare narrazioni digitali che funzionano. Ho scritto per una decina di giornali digitali e non. Collaboro con aziende, professionisti, agenzie di marketing e comunicazione. Organizzo corsi di formazione in azienda e insegno presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Il mio libro "Manuale di scrittura digitale creativa e consapevole" illustra un metodo che prima non esisteva e che ti aiuterà a produrre contenuti di livello eccezionale. > bit.ly/scritturadigitale
2 commenti
  1. eva 15/09/2010

    che bello, capito qui per caso e cosa trovo? qualcuno che condivide la mia passione per le viti di murakami, molto meglio di tutta questa tecnologia, ciao! 😉

    Rispondi
  2. piero.babudro 23/09/2010

    wow! allora ci devi capitare più spesso 🙂
    l’ho letto tutto d’un fiato (e in seguito riletto): un libro eccezionale, che mi torna in mente ogni volta che sento aria di cambiamento. ciao! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*