22
Lug

Il bello della Rete..

L’iniziativa User Generated Advertising di Motor Show Bologna e Armando Testa è giunta al quarto giorno, e ha già raccolto circa una trentina di proposte creative. Esperti di settore, creativi, appassionati di motori si stanno dando battaglia per trovare lo slogan (o gli slogan) che andranno a formare la nuova campagna di comunicazione del Salone bolognese.

La notizia, poi, è stata ripresa anche dalla stampa specializzata e non, tra cui da Repubblica.it, Motori.it, Arezzoweb.

bologna.jpg

Siccome ho lavorato all’iniziativa non posso che essere soddisfatto.
Da subito ci era parsa un’idea che poteva funzionare, anche se sinceramente non mi sarei mai aspettato una così grande partecipazione. Specie già a partire dai primi giorni e in un periodo come quello estivo.

E invece la cosa sta funzionando. Secondo me i suoi punti di forza sono:
1 – la semplicità,

2 – l’immediatezza,

3 – il meccanismo di partecipazione, che consente a tutti di dire la propria anche senza possedere particolari esperienze di copywriting o editoriali.

Ora, non voglio farne l’apologia, anche perché non mi sembra corretto essendone parte in causa. Voglio solo dire che la lezione di oggi (parlo a livello di Web partecipativo) sono le tre parole menzionate sopra. Semplicità, immediatezza e… trasversalità, se vogliamo chiamarla così. Il bello della Rete, al di là di facili ideologie, è che mette tutti alla pari: e vedere blogger, giornalisti, fanatici di motori, copywriter professionisti e creativi in pectore competere ad armi pari e sullo stesso terreno è bello. Semplicemente.

Achtung!: sono consulente dell’agenzia Hibo dal settembre 2009, lavoro sul cliente Motor Show Bologna dal 2010. Questo post è una mia riflessione personale e vuole essere un semplice spunto da condividere con chi, come me, vive quotidianamente e ama la Rete e le sue dinamiche.

Commenti (Facebook)

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*