Design Thinking e Storytelling


Come usare lo Storytelling nei processi di Design Thinking e nello sviluppo di nuovi prodotti o servizi.

Le storie sono parte integrante della nostra esistenza e fanno parte del DNA dell’essere umano. Rappresentano anche il modo più efficace che abbiamo per trasmettere informazioni: per questo non dobbiamo stupirci se anche oggi facciamo ampiamente uso della narrazione per convincere, persuadere, insegnare, trasmettere concetti e valori.

Lo Storytelling, oltre a rappresentare una tecnica imprescindibile per fare Marketing, è indispensabile nel Design Thinking, ossia nel processo di progettazione di prodotti e servizi. Grazie a esso, infatti, è possibile sviluppare delle storie che aiutano a individuare il problema da risolvere e a definire le soluzioni più adatte a soddisfare le esigenze degli utenti. 

La narrazione può essere usata in diverse fasi del progetto, con una funzione differente in ciascuna di esse. Naturalmente, per essere efficace, richiede la capacità di sviluppare una storia coinvolgente, costruita attorno a uno schema narrativo preciso.

Scopriamo di più sullo Storytelling nel Design Thinking e su come usarlo per sviluppare prodotti e servizi.

Lo Storytelling nel Design Thinking: a cosa serve e perché è importante

Lo Storytelling rappresenta un insieme di strumeti utilissimi per il Design Thinking, inteso come progettazione di prodotti e servizi. Durante la progettazione, infatti, lo Storytelling viene usato per comprendere problemi e comportamenti degli utenti, attorno ai quali sviluppare la soluzione da realizzare. 

Lo scopo complessivo del Design Thinking è quello di realizzare un prodotto incentrato sulle necessità del consumatore e lo Storytelling facilita questo compito: quest’ultimo, infatti, è utile in ogni fase della progettazione, anche se con obiettivi diversi in ciascuna di esse.

Prima di proseguire, però, soffermiamoci sul concetto di Storytelling: perché è tanto efficace? Storytelling, innanzitutto, significa “raccontare storie”. La sua forza risiede nel fatto che le storie rappresentano il modo più antico che l’uomo ha di trasmettere informazioni.

La narrazione fa parte del DNA dell’essere umano e, proprio per questo, rappresenta anche un pilastro del Marketing. Per attrarre, coinvolgere e fidelizzare il pubblico, infatti, le aziende non possono più ignorare il Corporate Storytelling in qualsiasi ambito operino e qualunque sia la loro dimensione.

Si può parlare di Storytelling per Startup, di Storytelling per il turismo e ancora di Storytelling per musei e beni culturali, solo per citare alcuni possibili settori di applicazione. 

Oggi, data l’importanza che riveste nella comunicazione online, si tratta soprattutto di Digital Storytelling, ambito che, data la sua complessità, richiede l’intervento di professionisti come uno Storytelling Manager. Un esperto, infatti, saprà guidare l’azienda attraverso scelte comunicative funzionali, sarà in grado di gestire lo Storytelling sui Social Media e anche di realizzare un’efficace narrazione transmediale

Tornando allo Storytelling nel Design Thinking, dunque, questo serve per raccogliere informazioni sugli utenti e per trovare soluzioni perfettamente in linea con le loro esigenze. I progettisti creano personaggi che rappresentano il loro pubblico e sviluppano delle storie che raccontano i problemi che il target deve superare, al fine di sviluppare prodotti e servizi in linea con queste esigenze. 

Grazie allo Storytelling, dunque, tutte le persone coinvolte nel progetto avranno modo di empatizzare con l’utente e le sue problematiche e realizzare delle proposte funzionali.

Ricordiamo che è molto importante introdurre lo Storytelling già dalle prime fasi di sviluppo di un prodotto anche perché, così facendo, creeremo da subito un’identità più solida attorno al brand. 

Le persone ti seguono e ti comprano se sai dire chi sei.

Hai bisogno di raccontare la tua azienda in modo originale, con la forza di un metodo testato in Italia
e all’estero, e pensato per portare risultati tangibili?

Nome
Blocco
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Lo Storytelling come strumento per il Service Design: come creare e utilizzare le storie per progettare servizi

L’uso dello Storytelling nel Service Design, dunque, fa sì che il problema da risolvere sia ben chiaro e definito. Se così non fosse, non sarebbe possibile sviluppare un servizio realmente rispondente ai bisogni dell’utente. 

Lo Storytelling può essere realizzato utilizzando forme differenti come, ad esempio:

  • Storyboard
  • Video
  • Foto
  • Wireframe
  • Animazioni

Scegliere una rappresentazione visiva per la storia è spesso la scelta vincente perché permette di coinvolgere maggiormente chi ascolta e di rendere più immediata la comprensione.

Vediamo ora quali sono le fasi del progetto in cui usare lo Storytelling e come creare una storia efficace.

Design Thinking: le fasi del progetto in cui usare lo Storytelling

Lo Storytelling può essere usato in vari momenti del progetto, sia durante l’individuazione del problema sia durante la definizione e lo sviluppo di una soluzione. 

I passaggi da seguire nel Design Thinking sono generalmente questi:

  • Empatizzare con l’utente target, al fine di comprenderne le esigenze.
  • Formulare il problema da risolvere
  • Definire una soluzione.
  • Creare un prototipo del prodotto/servizio.
  • Implementare il prodotto/servizio.

Le fasi in cui viene usato lo Storytelling sono principalmente la formulazione del problema, la definizione di una soluzione e l’implementazione del prodotto/servizio. Vediamo meglio questi passaggi.

Formulazione del problema

Qui lo Storytelling serve per inquadrare accuratamente il problema

Attraverso i feedback dei consumatori è possibile realizzare una storia che esprima le necessità degli utenti target e condividerla con tutti i soggetti che partecipano al progetto: in questo modo, tutti saranno allineati e sapranno che genere di proposta è maggiormente funzionale.

Definizione della soluzione

In questa fase del Design Thinking, lo Storytelling serve a individuare le soluzioni più adeguate al consumatore. La storia funge da strumento che permette ai soggetti di collaborare per portare ognuno una soluzione differente al problema. 

Implementazione della soluzione

Dopo la fase di prototipazione, possiamo utilizzare nuovamente lo Storytelling per capire se quanto realizzato risponde effettivamente alle necessità dell’utente. I personaggi e gli scenari della storia, dunque, vengono usati per verificare se il prototipo può funzionare. 

Lo Storytelling può essere usato anche per capire come il prodotto viene utilizzato dai consumatori finali e come interagiscono con esso, al fine di migliorare le versioni future.

Come creare una storia

Per far sì che lo Storytelling sia davvero efficace, però, dobbiamo sapere come creare una storia. Partiamo dunque dalla struttura della narrazione.

Gli elementi che costituiscono una storia, infatti, devono rispondere a tre domande.

Cosa

Rappresenta il problema dell’utente, la necessità che dobbiamo soddisfare.

Chi

Sono i personaggi coinvolti nella narrazione. Oltre all’utente, sono incluse le altre persone che svolgono un ruolo importante nella storia come l’assistenza clienti, per esempio. Lo Storytelling richiede lo sviluppo di personaggi, dunque, e  per farlo dobbiamo conoscere perfettamente il nostro pubblico, conoscenza che passa attraverso lo studio delle Buyer Persona. Si tratta della descrizione del cliente tipo al fine di conoscerne non solo i dati demografici, come sesso ed età, ma anche dettagli più specifici come desideri e abitudini d’acquisto, per esempio. 

Come

Il tutto deve muoversi lungo un arco narrativo specifico che preveda tre fasi: inizio, parte centrale e finale (il finale deve rappresentare la soluzione per l’utente). Per riuscire a coinvolgere il pubblico, inoltre, la storia dovrebbe seguire il cosiddetto Viaggio dell’eroe, una serie di tappe che portano il personaggio (ossia il consumatore) a raggiungere la meta. Dopo la scena d’apertura, quindi, il protagonista dovrà affrontare una serie di problemi durante il percorso, al fine di conquistare i propri obiettivi. Le difficoltà si intensificheranno sempre di più, fino a raggiungere il punto più alto, detto “climax”, al quale seguirà la risoluzione della storia.

Dietro a ogni azienda c’è una storia di impegno
che merita di essere raccontata.

La prossima potrebbe essere la tua.
Perché non ne parliamo assieme?

Nome
Blocco
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Un percorso per aziende tra Storytelling, contenuti e Design

Uno degli utilizzi più interessanti dello Storytelling è quello che sto sperimentando grazie a DNA – Design della Narrazione Aziendale®. Si tratta di un percorso coordinato e facilitato pensato per le aziende che vogliono investire nella Comunicazione, oppure migliorare determinati processi interni. Alcune aziende mie clienti hanno utilizzato DNA per gestire il proprio rebranding su basi narrative, altre invece hanno ideato e prodotto manuali e documentazione per la formazione del personale.

In ogni caso si è trattato di percorsi rispetto ai quali l’utilizzo strategico dello Storytelling ha prodotto benefici che sono andati ben oltre il miglioramento della Comunicazione o del Marketing e che hanno gettato le basi per un nuovo modo di presidiare il mercato e progettare la propria crescita e i prodotti o servizi su cui essa si basa.


Piero Babudro | SegnaleZero®

Contenuti per aziende e brand. Strategie di comunicazione e marketing. Narrazioni d’impresa.

Ferrara
Bologna
Milano
Udine

Email: info@segnalezero.com
Mobile: (+39) 346 97 39 331
WhatsApp: (+39)346 97 39 331

Impegno

Aiuto aziende, brand e professionisti a raccontarsi, far conoscere il proprio valore e distinguersi. Mi piacciono i progetti basati su rispetto, fiducia e concretezza, promossi da imprese che hanno a cuore l’innovazione e il cambiamento.

Il cuore del metodo SegnaleZero® è riassunto nella formula “Contenuti. Strategie. Narrazioni”. L’obiettivo è permettere a clienti e partner di tessere relazioni significative con pubblico e interlocutori. In sostanza, dare anima alle storie e ai contenuti di aziende e persone.

Risorse
SegnaleZero® ha un’origine particolare. Ciascuno di noi capta i segnali fondamentali per la vita e le relazioni: lo zero è l’origine di tutte le cose e rappresenta l’idea di mettersi in cammino. Dall’unione di questi due concetti è nato il mio percorso di vita e di lavoro.

© SegnaleZero®. Tutti i diritti Riservati. 
Cookie Policy | Privacy Policy | Credits