Ti trovi qui :Home>Articoli>Media Informazione Società>Social Media Downsize. Capitolo 1: lo Smartphone

Social Media Downsize. Capitolo 1: lo Smartphone

Autore: |mercoledì, 3 settembre, 2014|Media Informazione Società|

In procinto di partire per le ferie (fine luglio) ho fatto un esperimento rivelatosi poi una felice decisione e che da oggi, a meno di stravolgimenti imprevedibili, rappresenterà la norma. Ho fatto pulizia sul mio iPhone, che se non lo sapete (e soprattutto se vi frega) ho soprannominato “Doctor Avalanche 2”. (questo è il motivo di cotanta devozione..)
Facebook, Twitter, Linkedin, Tumblr, Amazon, eBay, Decathlon (sì, avevo installato anche l’app di Decathlon..) ecc. Via tutto! Ho lasciato solo Instagram, che come sapete è per me una passione irrinunciabile, e le utility di base, quelle che mi servono per gestire nel concreto la mia vita.

Ho lasciato solo quelle App che, diciamo così, per me sono basilari, oltre alle telefonate, agli sms e alla navigazione in Rete (e vabbé, direte voi, è uno smartphone, deve pur sempre farti telefonare, far mandare sms ecc).
Ecco i superstiti: Whatsapp, che è il nuovo sms. Spotify per la musica. AroundMe per le ricerche geolocalizzate. Instagram e una decina di applicazioni (che sto scremando) per il photo-editing. Pronto Treno e ATM perché mi devo pur spostare. TripAdvisor, 2spaghi, EasyJet, Expedia, Volagratis, Enjoy, BlaBlaCar e Skyscanner per lo stesso motivo. Ricerca Google, Wordreference e Wikipedia per l’info dell’ultimo minuto o la parola che non ti viene in mente al volo. Una sola App di ricette: Giallo Zafferano, perché (banalmente) mi piace cucinare.

Prima parlavo di esperimento. Questa, infatti, voleva essere solo un’idea momentanea per potersi dire veramente “in vacanza”. Risultato? Ho recuperato molto tempo da trascorrere lontano dal touch screen, e molta della frenesia con cui di solito si smanetta sul cell se n’è andata.
Al ritorno dalle ferie, verso il 20 agosto, ho realizzato che questa sarà per un bel po’ la configurazione del mio iPhone. Per cui, chi mi scriverà su Facebook, Linkedin, Twitter o Tumblr ora sa che da oggi in poi leggerò i messaggi solo quando davanti al Mac. Nel frattempo continuerò a fare a meno di tutte le App che non ho utilizzato in questo mese e, in generale, comincerò a fare a meno di tutta la tecnologia che, stringi stringi, non mi serve. Motivo per cui, ora sapete anche questo, presto vorrei a uno smartphone ancora più “minimal” dell’iPhone. Ho sentito parlare molto bene degli Huawei, ma ovviamente accetto suggerimenti (no Windows Phone o BlackBerry).

Piero-Babudro-SegnaleZero-Com-Scrittura-Creativa-Digitale Social Media Downsize. Capitolo 1: lo Smartphone

Consulente per la comunicazione digitale. Mi occupo di Content Strategy, Content Marketing e Storytelling. Aiuto i miei clienti a progettare narrazioni e contenuti digitali che funzionano e portano risultati misurabili. Il mio approccio è media neutral: utilizzo indifferentemente testi, immagini e video per creare valore tangibile. Organizzo corsi di formazione in azienda, insegno presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Ho condensato parte del mio metodo di lavoro nel volume “Manuale di scrittura digitale creativa e consapevole” (Flaccovio, 2016), con l’obiettivo di aiutarti a produrre contenuti di livello eccezionale.

Che ne pensi? Lascia un commento

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

   Voglio essere avvisato via email quando verranno pubblicati nuovi commenti a questo post. NB: puoi anche seguire la conversazione senza essere obbligato a commentare ;)

Rimaniamo in Contatto!
Iscriviti alla mia Newsletter
Contenuti mirati, zero spam, tranquillità assoluta.

Letta e compresa l'informativa sulla privacy, cliccando "mi iscrivo" autorizzo il trattamento
dei miei dati personali.

Riceverai al massimo 2 email al mese con riflessioni e approfondimenti utili per il tuo lavoro e non
solo. Potrai cancellarti in qualsiasi momento, anche se spero non accada. ;)
close-link